Marsala, la CISL contesta l’eccessivo ricorso alle strisce blu in Città

Le strisce blu, a Marsala, continuano a suscitare malumore e polemiche fra i cittadini. Le scelte operate dal sindaco sono sicuramente impopolari quanto inutili da giustificare. L’oggetto del “contenzioso” è sotto gli occhi di tutti, dal suo insediamento ad oggi il sindaco ha: aumentato il numero dei parcheggi delimitati dalle strisce blu, il costo della sosta oraria, diminuito gli stalli per la libera sosta, ha creato situazioni evidenti di discriminazione istituendo di aree per la sosta riservata per soli residenti.

La Cisl di Marsala, con una nota inviata al sindaco, critica la decisione dell’amministrazione comunale di aumentare il numero degli stalli ed il costo della sosta oraria nelle scelte blu. Antonio Chirco, responsabile cittadino della confederazione sindacale ha considerato l’aumento un vero e proprio sopruso nei confronti dei cittadini. Diffondiamo qui di seguito la nota sindacale delle Cisl:
“La prassi è quella antica e sbrigativa di fare cassa, e i componenti di Giunta si sono trovati indistintamente d’accordo nel rincaro netto del 50%. Si tocca pure il 100% nelle vie centrali di Città, mentre al lido Signorino l’orario continuativo, domenicale e festivo compresi, è di 50 cent. ora.
Che dire?
E’ un sopruso se si tiene conto che buona parte di turismo si riversa proprio in quelle zone, e imporre un tributo per una sosta di giornate intere significa  salassare la gente. E si parla tanto di agevolare il turista…
La Cittadinanza è stata informata in dettaglio?
L’assordante silenzio del Consiglio comunale, con la testa fra le… sabbie, ha concorso al cinico provvedimento. Alla fine, al Cittadino non resta altro che ingoiare l’amaro calice che somministrano gli amministratori ora nazionali ora locali.
Si può continuare a vessare il Cittadino?”

CATEGORIE
TAG
Condividi

Commenti

Wordpress (0)