Blue Sea Land verrà patrocinato dall’Expo di Milano 2015

Fervono i preparativi per Blue Sea Land 2014, l’Expo dei Distretti Produttivi  Italiani, del Mediterraneo, dell’Africa e Medi-Oriente Allargato, che si svolgerà dal 10 al 12  ottobre a Palermo, Gibellina, Marsala e Mazara del Vallo.

Ministro Pesca Yemen Al Soqatri e pres Distretto Tumbiolo a Socotra-blue sea land

il Presidente del Distretto della Pesca, Tumbiolo ed il Ministro della Pesca dello Yemen, Awad Saad Al-Soqatri, con un gruppo di pescatori dell’isola di Socotra laboratorio planetario della blue economy

La manifestazione, che aveva già ottenuto il patrocinio dal Ministero Affari Esteri,  dal Ministero dello Sviluppo Economico, dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari  e Forestali (che sarà presente con un proprio stand), dalla Regione Siciliana, dalla Camera  di Commercio di Trapani, da Anci Sicilia, dai Comuni di Palermo, Gibellina, Mazara del  Vallo e Marsala, dall’Assostampa Sicilia, ha ricevuto il patrocinio anche dell’Expo Milano 2015 il cui tema è “Nutrire il Pianeta”.

Esiste infatti un filo conduttore fra i temi dell’Expo e la filosofia di Blue Sea Land: è la  blue economy, modello al quale da più di sei anni si ispira il lavoro del Distretto Produttivo della Pesca che rivolge le sue attività alle filiere produttive attraverso la rigenerazione  delle risorse e la conservazione delle energie del pianeta a partire da quelle del mare.

“Basti pensare –ha spiegato il presidente del Distretto, Giovanni Tumbiolo- che il  60% delle risorse pescate vengono direttamente rigettate in mare o finiscono nel cesto della  spazzatura. Questo è un lusso che la comunità internazionale non può permettersi:  bisogna cambiare rotta. Le ricerche, i laboratori, e le attività di innovazione e trasferimento  tecnologico che alcuni prestigiosi istituti di ricerca (facenti capo all’Osservatorio  Mediterraneo della Pesca ed al Centro di Competenza distrettuale) ed un cluster di  aziende siciliane, con il sostegno dell’Ue e della Regione Siciliana, stanno mettendo in  campo nella logica e nel solco dei principi della blue economy, concorreranno, sono certo, a  trovare possibili soluzioni al problema della malnutrizione nel pianeta”.  Alla blue economy ed alle sue positive implicazioni sarà dedicato uno spazio ad hoc  all’interno del villaggio espositivo di Blue Sea Land, dal 10 al 12 ottobre a Mazara del  Vallo. Alla terza edizione di Blue Sea Land, prenderanno parte una trentina di delegazioni  istituzionali, imprenditoriali (produttori e buyers) e scientifiche di diversi Paesi; più di 250 le aziende delle filiere agroalimentari e bio e 20 distretti produttivi.

 

CATEGORIE
TAG
Condividi

Commenti

Wordpress (0)