Marsala, assiste il marito fino all’ultimo respiro e lo segue nella morte. Quando l’amore è eterno

Un amore che nessuno e niente ha potuto dividere, neanche la morte. E’ quanto accaduto a Marsala, in periferia, nel versante nord’est. Qui hanno vissuto insieme per circa 50 anni una coppia,  sulla cui identità manteniamo il riservo. Del resto di fronte a storie come quella che stiamo per raccontarvi non serve conoscere l’identità dei protagonisti. Per esigenze narrative li chiamiamo con i nomi più comuni dalle nostre parti: Maria e Giuseppe, come la sacra famiglia, perchè è da con siderarsi sacra la loro unione.

La coppia ha vissuto insieme per quasi mezzo secolo, tra alti e bassi, ma amandosi sempre come se fosse stato il primo giorno. Praticamente sono cresciuti insieme, hanno messo al mondo due figli, li hanno visti crescere e prendere le rispettive strade, poi è stata la volta dei nipiti mentre gli anni volavano via felici Giuseppe e Maria non si accorgevano che i capelli da brizzolati erano diventati bianchi ed i lineamenti dei volti erano attraversati dai solchi delle rughe. I loro animi erano rimasti giovani ed i loro cuori battevano l’uno per l’altro, all’unisono…

A Giuseppe sei mesi fa venne diagnosticata una brutta malattia, ma Maria non si arrese e accudí il marito con grande dedizione fino al punto che pensavano di aver sconfitto il male. Giuseppe scherzava sulla propria morte e ripeteva sempre che non appena sarebbe morto sarebbe ritornato per portare Maria con se nell’altro mondo.

Inesorabile, come sempre, la morte arrivo’ per Giuseppe a ridosso delle celebrazioni dei morti. Lo colse sorridente mentre era accanto alla sua dolce metà. Figli e nipoti accorsero attorno al loro congiunto, ma nulla hanno potuto fare per riportarlo sulla terra. Gente che andava e veniva, urli e pianti di disperazione si espansero per la casa, Giuseppe se ne era andato. Mentre Maria con le lagrime a fiume scendevano dai suoi occhi se ne stava in un angolino della casa, colta dall’emozione, in silenzio, osservava il dramma che si stava vivendo in famiglia. Pensava che Giuseppe si sarebbe svegliato, o forse attendeva che venisse a prenderla. Nessuno saprà mai cosa stasse passando nella mente di Maria.

E proprio mentre il personale dell’agenzia di pompe funebri stava sistemando il  corpo di Giuseppe,  per il suo ultimo atto terreno… Maria capisce che non ritornerà più tra le sue braccia e lo segue. Il suo cuore “misteriosamente” cessa di battere. Attorno a lei si stringono i familiari, il medico che era venuto per certificare la morte del marito cerca di rianimarla, ma non c’è nulla da fare, il suo principe azzurro ha mantenuto la parola: non l’ha lasciata sola,  è venuto a prenderla e nessuno e niente potrà ora dividerli. Il medico intervenuto avrebbe certificato che la donna sia morta  seguito di un infarto fulminante, a noi piace credere che Maria e Giuseppe abbiano sconfitto la morte dal progetto di dividerli… e ora sono felici più che mai nella nuova vita. Un amore così grande, bello… non poteva, e non doveva passare inosservato…

  1. Io e mia moglie siamo sposati da 35 anni ma il bello e che io54 e il mio tesoro 52 io morirei senza di lei!!!!!!!!!!

    Reply
  2. Grandi!!!!!!!!!

    Reply
  3. Questi meravigliosi “protagonisti” sono diventati personaggi pubblici loro malgrado, direi che tutto sommato, possiamo ritenerli “alieni” visto e considerato che di amore e di rispetto e di dedizione… nei fiumi odierni non ne scorre più, è terribile!… Facciamo che comportamenti del genere ritornino a far parte del vissuto e tessuto sociale, c’è troppo bisogno di amore di condivisone e di reciprocità ” all’ultimo sangue “.
    f.sco

    Reply

Leave a Reply

Your email address will not be published.