Marsala, neonato in coma; i familiari denuciano per “malasanità” l’Ospedale Paolo Borsellino

ospedale-paolo-borsellino-di-marsala-marsalanewsUn nuovo caso di “malasanità” si sarebbe verificato all’Ospedale di Marsala. Ad ipotizzarlo è il nonno di un neonato che si trova ricoverato, in coma, nel reparto di Neonatologia dell’ospedale “Sant’Antonio Abate” di Trapani. L’uomo, di cui non sono state rese note le generalità, avrebbe ravvisato responsabilità nel personale di turno al reparto di Ostetricia del Paolo Borsellino di Marsala il giorno in cui venne alla luce, dopo un lungo travaglio, il proprio nipotino e si è rivolto ai carabinieri per accertare se tutto è andato come da manuale o se si avvisano negligenze che hanno fatto precipitare la situazione.

I fatti risalgono a qualche giorno addietro, quando la partoriente ha iniziato il travaglio che ha portato al parto di un neonato con una forte difficoltà respiratoria. Il denunciante afferma che lo stato di salute del neonato è stato causato dal lungo e non monitorato attentamente travaglio della madre. Il bambino sarebbe nato dopo alcune ore con un taglio cesareo, praticato – forse – d’urgenza, quando il quadro clinico stava per peggiorare. Per il momento solo solo supposizioni dei familiari del neonato, e allo stesso tempo oggetto di indagini da parte dei carabinieri di Marsala

Secondo fonti ospedaliere non vi sarebbero responsabilità imputabili al personale del reparto di ostetricia, la paziente sarebbe stata sempre monitorata e poi operata quando si è manifestata la sofferenza. Il bambino è stato poi trasferito con problemi di respirazione al “Sant’Antonio Abate” di Trapani, dove è entrato in coma. Sarà cura degli inquirenti stabilire cosa sia avvenuto e stabilire se le condizioni in cui si trova il nascituro siano imputabili o meno all’operato del personale ospedaliero

 

 

CATEGORIE
TAG
Condividi

Commenti

Wordpress (1)
  • comment-avatar
    WilliamBlem 4 anni

    Wow, great forum.Much thanks again.