Gli ex arbitri nazionali e regionali siciliani girano l’Isola per far crescere lo sport

Gli irriducibili ex arbitri siciliani si incontrano per far crescere l’AIA sull’isola

Dopo Enna e Marsala e’ stata Noto (Siracusa) la terza tappa degli Arbitri dello “Zoccolo Duro Siciliano” . Dal 24 al 26 Agosto scorso, presso il Resort Calabernardo di Noto, gli ex Arbitri nazionali e regionali della Sicilia si sono ritrovati con le loro famiglie per condividere amicizia ed esperienze sportive all’insegna del puro divertimento e della conoscenza culturale del territorio.

Sono state visitate la cattedrale di Noto, il palazzo Nicolaci ed il Palazzo Ducezio sede del Municipio con la sua bellissima sala degli specchi arricchita con gli ori di Luigi Quindicesimo.

La visita a Marzamemi ha permesso all’intera compagnia di apprezzare il magnifico borgo marinaro con le sue bancarelle ed il suggestivo e popolatissimo porticciolo turistico.

Presenti i due assistenti con il maggior numero di gare in A fatte con Concetto e Rosario Lo Bello di Siracusa ma anche altri nomi noti del panorama arbitrale siciliano come Nicola Saia, Francesco Sampirisi, Giuseppe Canzone, Massimo D’Aguanno, Pietro Ottone, Francisco Boscarino, Alberto Parlato, Mario Chillura, Peppe Corsaro, Pippo Montalbano, Pippo La Rosa.

Lo “zoccolo duro siciliano” si prefigge l’obiettivo di veder crescere il suo gruppo di tesserati ed ex tesserati Aia con un comune denominatore: il grande rispetto per la storia sportiva di ognuno nei tanti anni di attività e nei vari ruoli ricoperti nell’AIA, i grandi valori che ne hanno caratterizzato la loro crescita sportiva, umana e professionale.

Prossimo appuntamento nella meravigliosa Sciacca (Agrigento). pronta per accogliere una delegazione sempre più numerosa e motivata.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.