Tragedia a Marsala, il nipote tenta il suicidio e lo zio muore per infarto fulminante

La tragedia, nella tragedia… Marsala è sconvolta: un giovane, oggi, ha tentato di porre la fine alla propria esistenza lanciandosi nel vuoto dal balcone della propria abitazione, lo zio che viveva al piano di sotto nel vederlo precipitare viene colto da un infarto fulminante e muore sul colpo. E’ accaduto nel primo pomeriggio di oggi in un edificio sul primo tratto della via Mazara. Il giovane, 25 anni, pare affetto da depressione, ha scavalcato la ringhiera del balcone della propria abitazione, al terzo piano di un edificio condominiale, e si è lasciato cadere. Immediatamente è stato soccorso dai vicini di casa che hanno fatto giungere un’ambulanza per il suo trasporto in ospedale. Le sue condizioni cono gravissime, lotta fra la vita e la morte.

Contemporaneamente un’altra tragedia si consumava al secondo piano dello stesso edificio, dove viveva lo zio, involontario testimone dell’accaduto. Il cuore non ha retto ed un infarto gli ha tolto la vita. La notizia del tentato suicidio del giovane e la prematura scomparsa dello zio, avvenuta contestualmente, ha scosso la città dove lo zio era molto conosciuto: era un enologo di una nota azienda vinicola della città, ora in pensione, ma ancora attivo tant’è che gestiva una piccola enoteca in centro. In passato la sua vita era stata scossa da un altro episodio del genere, un familiare si era tolto la vita

 

 

CATEGORIE
TAG
Condividi

Commenti

Wordpress (0)