Soccorso un marittimo ferito in mare aperto e operato dall’equipaggio di un pattugliatore della Marina Militare

L’Unità della Marina Militare, attualmente inserita nel dispositivo aeronavale Mare Sicuro, raccolto l’S.O.S. ha intercettato il peschereccio al largo della costa e prestato i necessari soccorsi ad uno dei marittimi imbarcati sul motopesca.

Nella tarda serata del giorno 30 luglio 2018, il pattugliatore di squadra Comandante Borsini della Marina Militare durante l’attività di pattugliamento nel Mediterraneo Centrale nell’ambito dell’Operazione Mare Sicuro, ha  soccorso un marittimo rimasto ferito durante una battuta di Pesca. L’equipaggio del pattugliatore ha risposto ad una richiesta di supporto sanitario proveniente dal motopesca italiano “Mariella”, per un infortunio occorso a un membro dell’equipaggio.

L’unità ha prontamente ridotto le distanze e, appena giunta in prossimità del peschereccio, ha inviato il proprio team sanitario a bordo che, valutate le condizioni del marittimo che aveva un amo da pesca conficcato in un braccio, ha deciso di trasferirlo a bordo de pattugliatore Borsini dove il medico di bordo è intervenuto per risolvere la problematica.

Terminato l’intervento sanitario e scongiurata la necessità di un trasferimento presso le strutture a terra, il marittimo è stato trasbordato di nuovo sul peschereccio e il pattugliatore Borsini ha ripreso il normale pattugliamento nell’area di operazione.

 

OPERAZIONE MARE SICURO

L’operazione Mare Sicuro è in corso dal marzo 2015. Il compito assegnato al dispositivo aeronavale è principalmente di svolgere, in applicazione della legislazione nazionale e degli accordi internazionali vigenti, attività di presenza, sorveglianza e sicurezza marittima nel Mediterraneo centrale in un’area di mare di circa 160.000 km quadrati prospiciente le coste libiche, per la tutela degli interessi nazionali, la protezione delle linee di comunicazione, delle navi commerciali in transito, dei pescherecci nazionali, delle fonti energetiche strategiche d’interesse nazionale e il contrasto al terrorismo. La presenza delle unità di Mare Sicuro nel Mediterraneo centrale assicura anche la necessaria cornice di sicurezza che permette a tutti i mezzi dello Stato la regolare condotta delle operazioni.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.