Presidi sanitari promessi e mai arrivati in Sicilia, Musumeci ne acquista 40 tonnellate

Coronavirus, il governatore Nello Musumeci ha acquistato e fatto arrivare in Sicilia 40 tonnellate di dispositivi di protezione. La Lega Sicilia plaude all’iniziativa del presidente che a atto arrivare i presidi sanitari

All’alba di oggi è arrivato un aereo con i tanto attesi presidi sanitari. Non è la partita di maschere, visiere tute, camici che il Governo attraverso la Protezione Civile Nazionale avrebbe dovuto far arrivare agli ospedali siciliani da diverse settimane. I presidi sanitari, giunti con un volo speciale a Catania sono quelli ordinati e pagati dalla Regione Siciliana. Il presidente Musumeci stanco di aspettare il materiale promesso dal Governo Nazionale ha provveduto autonomamente ad approvvigionare la Sicilia dei dispositivi di protezione (mascherine,visiere, tute camici e quant’altro), per fronteggiare l’emergenza sanitaria dovuta al Coronavirus.

Il segretario regionale della Lega Salvini Premier, senatore Stefano Candiani, e il capogruppo leghista all’Ars Antonio Catalfamo, nel complimentarsi con il governatore per la scelta di acquistare piuttosto che continuare  ad aspettare hanno dichiarato: “è un dovere tutelare la salute dei cittadini, ancor più quello del personale sanitario che si trova in prima linea nella lotta al virus Covid-19. Sono pertanto inaccettabili i tempi lunghi, troppo lunghi, della Protezione civile nazionale, che a tutt’oggi sta ancora lasciando sprovvisti dei dispositivi di protezione interi territori del nostro Paese e in particolare, i medici, gli infermieri e il personale in prima linea nel combattere l’infezione. Ora occorre velocemente passare alla distribuzione del materiale arrivato, vigilando che non sia lasciato scoperto anche un solo angolo del territorio regionale”.

CATEGORIE
TAG
Condividi

Commenti

Wordpress (0)