Prenotazioni visite specialistiche, da mercoledì solo on line

Dal 4 novembre i Cup dell’Asp della provincia di Trapani saranno chiusi al pubblico. A rischio l’accesso ai servizi da parte degli anziani fino a quando non si adotteranno misure piú semplici

Marsala: stanziati un milione e 400 mila euro per la ristrutturazione dell' ex Inam

 

Da mercoledì prossimo, per le prenotazioni delle visite specialistiche, degli accertamenti diagnostici di laboratorio e o di radiologia gli sportelli Cup dell’Asp della provincia di Trapani resteranno chiusi al pubblico accesso. Il provvedimento, che creerà non poche difficoltà soprattutto agli anziani e ai ceti meno ambienti, si é reso necessario al fine di contenere il diffondersi del Covid-19 a causa degli assembramenti. Da mercoledì 4 novembre 2020 gli sportelli Cup sul territorio provinciale rimarranno chiusi al pubblico come accesso diretto.

 

L’apertura è garantita esclusivamente a chi effettua la procedura ‘PRENOTA LO SPORTELLO’ on line, praticamente solo a chi dispone di uno smartphone, tablet o un computer connesso alla rete, una casella di posta elettronic, ma soprattutto delle basilari conoscenze all’impiego di tali strumenti su internet.

 

I passaggi per attivare la prenotazione sono i seguenti:
– Collegarsi al sito : www.asptrapani.it
– Cliccare su “CUP ON LINE” o su ‘PRENOTA LO SPORTELLO’: comparirà una finestra con alcuni campi da riempire
– Ad una mail indicata dall’utente, sarà inviato un codice di prenotazione

Nel giorno e nell’ora indicati l’utente potrà recarsi nella sede CUP scelta, tramite l’inserimento della propria tessera sanitaria o del codice fiscale nel Totem dedicato al servizio, l’utente potrà prelevare il ticket e attendere la chiamata allo sportello. I tempi di attesa non superano i 9 minuti.

Semplice, come bere un bicchiere d’acqua! Non trovate? Penso proprio di no, pur comprendendo le difficoltà a contenere la diffusione del covid-19, la dirigenza dell’Asp di Trapani con questo provvedimento sta rendendo proibitivo l’accesso a gran parte della propria utenza, soprattutto alle fasce sociali piú debboli, come gli anziani e gli indigenti. Si alla prenotazione “sicura”, ma senza penalizzare l’utenza. Sarebbe stato molto piú efficace selezionare gli accessi alla struttura, vigilare sul mantenimento del distanziamento socialesociale o prevedere dei percorsi a tappe.

 

 

La decisione di chiudere gli sportelli al pubblico e regolamentare gli accessi on line, seppure viene istituito per il contenimento del contagio da Coronavirus, rappresenta un grosso handicap per gli anziani e per i meno ambienti. In questa maniera si rafforzano le misure di sicurezza sanitaria, ma non si garantisce ai cittadini un equo accesso alla fruizione dei servizi sanitari.

CATEGORIE
TAG
Condividi

Commenti

Wordpress (0)