Marsala, vietata l’attività di vendita accanto al mercato del contadino della domenica

Non è ammessa la vendita di prodotti ortofrutticoli ed ittici in concomitanza con lo svolgersi del mercato del lungomare, nell’area del salato a Marsala. Lo stazionamento di venditori, sempre più numeroso, crea pericoli a viabilità e pubblica incolumità

Con un provvedimento  sindacale pubblicato ieri dal Comune di Marsala, è stata vietata l’attività di commercio ambulante – di qualsiasi genere e tipologia merceologica – nell’area denominata “Salato”, limitatamente alle giornate di domenica (dalle ore 8 alle ore 14), in coincidenza con lo svolgimento del “Mercato del Contadino”.

Alla base dell’Ordinanza, predisposta di concerto tra le Dirigenze di Polizia Municipale e Attività Produttive, ci sono motivazioni di sicurezza e viabilità. E ciò, tenuto conto che i suddetti ambulanti – operatori appartenenti alla categoria del commercio itinerante disciplinato con legge regionale n.18/1995 – da tempo, e sempre più numerosi, stazionano ogni domenica nei pochi spazi liberi dell’area “Salato”.

Tale stato di cose, come relazionato dai competenti dirigenti, è causa di interferenze sia con la circolazione dei mezzi degli operatori del “mercato domenicale” che dei veicoli dell’utenza, implicando altresì motivi di pericolo per la sicurezza e l’incolumità pubblica. Da qui l’Ordinanza sindacale che, sulla scorta della richiamata Legge Regionale, impone le suddette limitazioni (relativamente alle domeniche e nella fascia oraria mattutina) allo svolgimento del commercio ambulante in prossimità del “Salato”.

Tale area pubblica, infatti, dal 2013 è adibita allo svolgimento del “Mercato del Contadino”, ospitando altresì uno spazio riservato agli operatori della piccola pesca (in possesso di regolare licenza) per vendere il proprio pescato.

CATEGORIE
TAG
Condividi

Commenti

Wordpress (0)