Marsala, minacce per il Procuratore Di Pisa, la Guardia di Finanza ed il direttore di tp24.it

alberto-di-pisa-procuratore-capo-procura-della-repubblica-marsala-marsalanewsVile intimidazione per il Procuratore Capo, Alberto Di Pisa e la sezione di PG della Guardia di Finanza e la testata giornalistica tp24.it di Marsala. Ignoti hanno fatto pervenire una busta gialla, nella cassetta delle lettere della redazione, diretta dal giornalista Giacomo Di Girolamo. Aperto il plico, l’inquietante minaccia per la testata, polvere da sparo ed una seconda busta bianca con l’invito a farla recapitare “al proc.re Di Pisa e ai caini dei finanzieri della Procura”, altra polvere da sparo ed un foglietto con un altro messaggio: “Ne abbiamo tanta… Boom!”.

Subito dopo il plico è stato affidato nelle mani degli inquirenti che stanno eseguendo tutta una serie di accertamenti nel tentativo di pervenire alla all’identificazione di eventuali impronte digitali. Altri accertamenti sono stati effettuati sulla buca delle lettere dove sono state rinvenute le missive. Saranno effettuati anche le perizie calligrafiche anche se gli o l’autore ha impiegato un normografo. Inoltre gli inquirenti stanno perlustrando gli androni condominiali e le attività commerciali della zona per recuperare i nastri delle video sorveglianze. Poco chiara appare ancora la matrice di questo vile atto intimidatorio.

Dell’accaduto il procuratore Di Pisa ha informato i vertici della magistratura e la procura competente (quella di Caltanissetta). Non è la prima volta che il procuratore capo della Repubblica presso il tribunale di Marsala sia destinatario di minacce. La precedente risale al 2010 quando gli vennero fatti rinvenire alcuni proiettili di mitraglietta, su cui è in corso un indagine della procura di Caltanissetta. Il procuratore Alberto Di Pisa, raggiunto da alcuni colleghi ha dichiarato: “Non mi faccio intimidire, vado avanti con il mio lavoro. Per anni mi sono occupato di mafia senza mai ricevere minacce. Adesso che non me ne occupo, arrivano le minacce”.

Nel corso della giornata il procuratore Alberto Di Pisa, il Comandante della Guardia Di Finanza Marsala Filippo Cea e il giornalista Giacomo Di Girolamo sono stati raggiunti da telefonate e da attestazioni di solidarietà da parte delle autorità ma anche da semplici cittadini che condannano le inquietanti minacce ricevute.

CATEGORIE
TAG
Condividi

Commenti

Wordpress (0)