Marsala, il pollo arrosto è servito con l’incredibile “contorno” di vermi vivi

pollo-vermi-scontrino-marsalaI polli arrosto con i vermi, la notizia è vera! Non è una “bufala” estiva ed è accaduta a Marsala la scorsa sera (13 luglio 2016). Abbiamo appreso della notizia direttamente dalla fonte, uno dei ragazzi che è stato male dopo aver ingerito il pollo che aveva acquistato alle ore 20:09 (pubblichiamo qui accanto lo scontrino fiscale, e una foto. Domani mattina pubblichiamo in esclusiva il video da cui si vede come siano in buona salute i vermicelli).

Era una comitiva di 5 persone, intente a trascorrere una bella serata in compagnia, avevano pertanto acquistato tre polli arrosto e patatine fritte dal banco gastronomia del noto supermercato della città. Il personale addetto alla vendita aveva informato i ragazzi che i polli erano freddi, perchè facevano parte di quelli sfornati all’ora di pranzo.

La cosa non ha scoraggiato gli ignari acquirenti che giunti a casa si sono seduti attorno alla tavola. Tutto potevano pensare che la loro serata potesse trasformarsi in un “incubo”. Uno dei cinque (fra cui tre donne) dopo aver mangiato la coscia ha avvertito una strana sensazione, come se qualcosa si fosse mosso sotto le sue dita. Accesa una luce più intensa ed illuminato il patto, la macabra scoperta: nel pollo c’erano dei vermi vivi che si muovevano. Facendo pressione sulla parte rimasta del pollo, proprio sotto il “costato” del petto ne fuoriuscivano tanti altri, come si vede nell’immagine. Il piatto si riempiva di vermicelli biancastri, quelli che generalmente i pescatori comprano come esca: “bigattino”

Due dei cinque ragazzi si sono subito sentiti male (vomito, mal di testa) ed hanno dovuto ricorrere alle cure dei sanitari del Pronto Soccorso dell’Ospedale Paolo Borsellino. Il giorno successivo, ieri, dopo essersi recati prima presso il Commissariato di Via Verdi e presso la Compagnia Carabinieri per denunciare l’accaduto e visto che il personale era momentaneamente impegnato; accompagnati dal loro legale, l’Avvocato Antonino Rallo, si sono recati presso la Procura della Repubblica del Tribunale di Marsala per l’esposto.

Subito dopo hanno consegnato la parte non consumata dei tre polli con i vermi vivi al Dipartimento di Prevenzione della Salute. U.O. Distrettuale di Igiene e Sanità Pubblica – Marsala di cui è Responsabile il Dott. Giuseppe Morana. I polli allo spiedo al “bigattino” saranno presto analizzati nel tentativo di dare una spiegazione plausibile all’accaduto. Non si escludono controlli mirati nel supermercato per accertare lo stato di igiene dei locali addetti alla somministrazione di cibi cotti e le cucine dello stesso supermercato. Il sospetto è che il pollo, dopo essere stato cotto, sia rimasto troppo a lungo “esposto” consentendo quindi, alle “mosche della carne” di depositare le uova, poi diventate vermi.

 

CATEGORIE
TAG
Condividi

Commenti

Wordpress (4)
  • comment-avatar
    Filippo 4 anni

    Questa vicenda mi sembra un pò strana.
    1° il bigattino nasce dopo qualche settimana di decomposizione quando la mosca deposita le uova.
    2° il pollo viene cotto e venduto (non credo che io acquisterei del pollo freddo), e a prescindere i vermi sarebbero morti durante la cottura.
    e poi 3 polli tutti e 3 con i vermi, mah
    Mi sembra più una cosa fatta contro i supermercati

    • comment-avatar

      I polli venduti non erano, evidentemente, della precedente sfornata (i polli dell’ora di pranzo), pare che tale tipologia di verme si formi e raggiunga le dimensioni di quelle rinvenute sul pollo arrosto, dopo due o tre giorni dal momento in cui la mosca ha depositato le uova. Se è come sostiene lei è tutto inventato per danneggiare il supermercato mi vuole dire quanto ho guadagnato nel pubblicare l’informazione sul mio portale d’informazione – che lei e come tutti leggete gratis -? Sa che la legge punisce chi diffonde notizie false e chi presenta esposti falsi. Noi non entriamo in merito a come sia accaduto, ma le posso assicurare che prima di scrivere una notizia del genere mi documento abbastanza bene. E, in questo caso, ho letto l’esposto, ho le foto, ho il video e ho la foto dello scontrino…. e conosco personalmente due delle vittime e le assicuro che sono persone molto serie

  • comment-avatar
    Piero 4 anni

    A mio parere questi ragazzi vogliono fare picciuli! !credo penso posso confermare che visto che sono un pescatore e i bigattini li compro x andare a pesca ,e facile da inserire dentro a dei polli. I bigattini nascono durante la putrefazione di un animale e penso proprio che se qualcuno si avvicini alla distanza di 5 metri già vomita , percio è impossibile che abbiano mangiato qualcosa di putrefatto …..

    • comment-avatar

      Le risulta che hanno chiesto un risarcimento? Come è facile criticare in questa città…. Le garantisco che i ragazzi, ma anche il giornalista, non ha alcun interesse nella vicenda, tanto meno vuole danneggiare il supermercato visto che non abbiamo messo a caratteri cubitali il nome e non lo abbiamo neanche menzionato nell’articolo. Comunque: I polli venduti non erano, evidentemente, della precedente sfornata (i polli dell’ora di pranzo), pare che tale tipologia di verme si formi e raggiunga le dimensioni di quelle rinvenute sul pollo arrosto, dopo due o tre giorni dal momento in cui la mosca ha depositato le uova. Se è come sostiene lei è tutto inventato per danneggiare il supermercato mi vuole dire quanto ho guadagnato nel pubblicare l’informazione sul mio portale d’informazione – che lei e come tutti leggete gratis -? Sa che la legge punisce chi diffonde notizie false e chi presenta esposti falsi. Noi non entriamo in merito a come sia accaduto, ma le posso assicurare che prima di scrivere una notizia del genere mi documento abbastanza bene. E, in questo caso, ho letto l’esposto, ho le foto, ho il video e ho la foto dello scontrino…. e conosco personalmente due delle vittime e le assicuro che sono persone molto serie. Per il resto lei può benissimo continuare a pensarla per come vuole