La vincitrice del Premio Strega 2018 Helena Janeczek a Salemi

Il comitato studentesco del liceo classico “ F. D’Aguirre”, ieri, ha aperto i cancelli alla cittadinanza per un grande evento culturale, l’incontro con la scrittrice Helena Janeczek, che ha presentato il suo ultimo romanzo, “La ragazza con la Leica”. Un libro basato sull’incredibile e alquanto drammatica storia della fotografa Gerda Taro, che ha vinto il Premio Strega 2018 ed il Premio Bagutta, nonchè finalista al Premio Campiello.

Il libro sta riscuotendo parecchio successo perchè tra le riga si cela un vero e proprio manifesto antifascista, anti-nazista ed anti-razzista, un potente inno alla libertà ed alla lotta civile, tanto amata dalla protagonista del romanzo. Ha dialogato con l’autrice l’alunno Filippo Triolo, invece ha moderato il professore universitario, nonché giornalista de “La Repubblica”, Lino Buscemi.

L’iniziativa è stata di un gruppo di studenti volenterosi ed intraprendenti, che a Dicembre hanno inaugurato per la prima volta a Salemi, un comitato studentesco. Rappresentati dall’alunna Valentina Gandolfo, gli studenti si prefiggono la “modellazione” di una scuola modello per il territorio. L’istituzione scolastica che gli sta a cuore il liceo classico “ F. D’Aguirre ” di Salemi, presieduto dalla dirigente Francesca Accardo Questa “primavera” di Salemi rappresenta un connubio perfetto per un anno ricco di eventi culturali che iniziato ieri con l’incontro letterario dell’anno, proseguirà con tante altre iniziative.

BIOGRAFIA DELL’AUTRICE
Helena Janeczek,nata a Monaco di Baviera in una famiglia ebreo-polacca, vive in Italia da oltre trent’anni. È autrice dei romanzi Le rondini di Montecassino (Guanda, 2010), finalista al Premio Comisso e vincitore del Premio Napoli, del Premio Sandro Onofri e del Premio Pisa, Lezioni di tenebra (Guanda, 2011) e La ragazza con la Leica (Guanda, 2017), che nel 2018 ha vinto il Premio Strega e il Premio Bagutta, ed è nella Selezione Premio Campiello.

CATEGORIE
TAG
Condividi

Commenti

Wordpress (0)