Arrestato un ladro mentre rubava olive da un fondo confiscato alla mafia

arresto-carabinieri-ladro-oliveRuba le olive da un fondo confiscato alla mafia e viene arrestato in flagranza dai carabinieri impegnati nel controllo del territorio. Protagonista in negativo della vicenda è  Giovanni Cangemi, castelvetranese del 1973, già noto alle Forze di Polizia, veniva sorpreso, in questa via Partanna, all’interno di un fondo confiscato a Giuseppe Gricoli – noto imprenditore che, come accertato giudizialmente, curava gli interessi economici del latitante Matteo Messina Denaro – nel bel mezzo di una raccolta di olive “non autorizzata”. Il Cangemi, difatti, aveva già riempito due ceste di quasi 30kg. complessivi di olive, che era pronto a sottrarre senza l’autorizzazione degli aventi diritto, laddove non fosse intervenuta una pattuglia della Radiomobile a trarlo in arresto, sequestrando il succulento bottino.

L’indagato si trova ristretto agli arresti domiciliari nella rispettiva residenza, a disposizione della Procura della Repubblica di Marsala. L’arresto, in flagranza di reato, è stato eseguito nella mattinata di sabato i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile impegnati in specifici servizi al fine di prevenire e reprimere eventuali condotte illecite. La Compagnia Carabinieri di Castelvetrano, negli ultimi giorni, ha incrementato i controllo delle aziende agricole presenti sul territorio.

CATEGORIE
TAG
Condividi

Commenti

Wordpress (1)
  • comment-avatar
    gianfranco becchina 3 anni

    Mi sbaglierò, ma il giudice che valuterà l’eventuale sussistenza del reato saprà discernere fra appropriazione di frutto abbandonato e frutto custodito. Siamo nella prima settimana di novembre: c’era o meno un programma di raccolta delle olive della piantagione in questione?