Tre ministri siciliani nel Governo Conte

Vediamo da vicino chi sono i tre siciliani che faranno parte dell’esecutivo guidato da Conte e nato dall’accordo M5S – Lega

Nasce il governo Conte. Alle 19 di ieri sera (31 maggio} una dichiarazione congiunta di Di Maio e Salvini ha annunciato: “Ci sono le condizioni per un governo politico”. Poi il leader del Carroccio ha lasciato Montecitorio dicendo “Vado a Sondrio” senza commentare la notizia del via libera al governo. Ecco la lista dei ministri dopo il vertice di Lega e Cinquestelle a Montecitorio. Ci sono tre siciliani: Giulia Bongiorno, Giulia Grillo e Alfonso Bonafede.

Chi è Alfonso Bonafede

Nato a Mazara del Vallo 41 anni fa, Bonafede ha lasciato la Sicilia per andare avanti negli studi universitari. Nel 2002 la laurea in Legge a Firenze con una tesi intitolata “Il danno esistenziale – Il nodo al pettine della responsabilità civile”, nel 2009 il dottorato di ricerca in diritto privato alla Sapienza di Pisa. Nel 2013 l’ingresso in Parlamento all’età di 36 anni e la carica di vicepresidente della commissione Giustizia, adesso il secondo mandato. Coordinatore dei comuni governati dal movimento e responsabile sviluppo dello ‘Scudo della Rete’ nella piattaforma Rousseau, Bonafede è stato anche componente del Collegio d’appello interno della Camera per tutta la scorsa legislatura.

Chi è Giulia Bongiorno
Palermitana, classe 1966, avvocato dal 1992, penalista. Entra giovanissima nel collegio di difesa di Giulio Andreotti, accusato di associazione mafiosa. In quella circostanza Giulia Bongiorno è assistente di Franco Coppi, difensore principale dell’ex presidente del Consiglio. La grande risonanza mediatica dei processi di Palermo e Perugia a carico del Divo Giulio danno all’avvocato Bongiorno grande notorietà a livello nazionale. Nel 2006 l’ingresso in politica, candidata con Alleanza nazionale ed eletta a Montecitorio, dove è membro della commissione Giustizia e del Consiglio di Giurisdizione. Tra le sue battaglie politiche quella per l’introduzione nell’ordinamento del reato di stalking. Nel 2013 si ricandida con la lista finiana Futuro e Libertà che però non supera lo sbarramento. Tra gli altri suoi processi celebri, quello per l’omicidio di Meredith Kercher, in cui difese Raffaele Sollecito, infine assolto. Alle elezioni del 4 marzo è stata eletta in Sicilia con la Lega di Matteo Salvini.

Chi è Giulia Grillo
La catanese Giulia Grillo, volto noto del Movimento 5 stelle, parlamentare eletta alle politiche, è stata designata ministro della Salute del nuovo possibile governo Salvini – Di Maio. Classe 1975, medico, è tra i parlamentari più vicini al capo politico Luigi Di Maio, Giulia Grillo è stata eletta prima nel 2013 alla Camera con il Movimento 5 stelle nella circoscrizione Sicilia 2. Nel 2018 il ritorno in parlamento: si è aggiudicata infatti il seggio nel collegio di Acireale con 69mila voti, il 46%, battendo l’uscente del centrodestra Basilio Catanoso.

La lista dei Ministri di Conte
Vicepresidente del Consiglio e ministro del Lavoro e Sviluppo: Luigi Di Maio. Vicepresidente del Consiglio e ministro dell’Interno: Matteo Salvini. Rapporti con il Parlamento e democrazia diretta: Riccardo Fraccaro (M5S). Pubblica amministrazione: Giulia Bongiorno (Lega) Affari regionali: Erika Stefani (Lega). Sud: Barbara Lezzi (M5S). Disabili: Lorenzo Fontana (Lega). Esteri: Moavero Milanesi. Giustizia: Alfonso Bonafede (M5S). Difesa: Elisabetta Trenta (M5S). Economia: Giovanni Tria (Lega). Politiche agricole: Gian Marco Centinaio (Lega). Infrastrutture: Mauro Coltorti (M5S). Istruzione: Marco Bussetti (Lega). Beni culturali: Alberto Bonisoli (M5S). Salute: Giulia Grillo (M5S). Paolo Savona (Politiche Ue).

Fonte www.livesicilia.it

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.