Rischiano di morire per aver mangiato tonno “intossicato”, madre e figlia in ospedale a Palermo

Hanno comprato tonno rosso in un’ambulante in piazza Torrelunga a Palermo. Madre e figlia sono finite al pronto soccorso del Civico in gravi condizioni. La figlia in codice rosso, la madre giallo per la sindrome sgombroide. I medici le hanno tenute in osservazione per tutta la notte. Le due donne sono ancora ricoverate. Il pesce intossicato ha rischiato di farle morire. Lo staff sanitario del nosocomio siciliano ha segnalato la vicenda alla Polizia municipale e ai Nas, oltre al centro antiveleni di Pavia.

La sindrome sgombroide può causare problemi, anche gravi, all’apparato respiratorio e, nei soggetti vulnerabili come anziani e bimbi, portare al decesso. La sindrome sgombroide colpisce quando si mangia pesce alterato, contenente istamina. I sintomi tipici della patologia compaiono subito dopo il consumo dell’alimento e, solitamente, sono: prurito, pelle arrossata, mal di testa, infiammazione orale, diarrea, nausea e crampi all’addome.

(Fonte: Blogsicilia.it)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.