Marsala, in Consiglio Comunale prosegue la discussione sul Bilancio

E’ continuato oggi a Palazzo VII Aprile il dibattito generale sul Bilancio di Previsione. In aula è stato presente il Sindaco che subito dopo una breve relazione ha risposto agli interventi di diversi consiglieri comunali.

1° Appello – Ore 11,00 – Presenti 22/30

Il Presidente Sturiano annuncia che fra poco il Sindaco sarà  in aula.

La consigliera Rosanna Genna invita il Presidente ad essere più solerte nel far rispettare il regolamento in aula, procedendo se sarà il caso ad ammonire e ad espellere chi non tiene un comportamento consono alla carica rivestita.

Il Presidente Sturiano preannuncia una direzione più severa dei lavori .

Il consigliere Daniele Nuccio si dissocia dall’intervento del Presidente.

Il Presidente Sturiano precisa che la sua affermazione è derivata dall’avere tenuto un comportamento fin troppo democratico (eccesso di democrazia).

I lavori vengono sospesi in attesa dell’Arrivo del Sindaco Alberto Di Girolamo.  Sono le ore 11,10

Ripresa lavori ore 11,20 – Presenti 23/30

Il Sindaco Alberto Di Girolamo relaziona sul piano finanziario in esame. Si augura che nel 2019 vi siano più infrastrutture e che si riesca a creare occasioni di lavoro procedendo con la sburocratizzazione e con lo snellimento della macchina burocratica. Tutto questo potrebbe far perdere fondi europei che rischiano di essere reintroitati da Bruxelles. Lo sviluppo della città e della Regione passano attraverso un più iter amministrativo veloce. Aggiorna il Consiglio sulle problematiche delle Ferrovie dello Stato e preannuncia l’intenzione dei vertici regionali delle Ferrovie di porre in essere una politica di riduzione dei passaggi a livello. Fa presente che sempre con l’Assessore alle Infrastrutture si è discusso dello scorrimento veloce e dell’riutilizzo delle acque reflue. Parla di incremento del personale necessario per dare risposte più veloci ed efficaci all’utenza. Parla di formazione e aggiornamento del personale e si augura che la Regione possa cambiare passo per dare risposte concrete alla collettività. Da parte del Comune ci teniamo in linea e predisponiamo progetti per far crescere la città.

Il consigliere Pino Milazzo parla di qualità dei servizi bassa. Auspica il finanziamento complessivo di 10 milioni di euro per rimodulare l’impianto di pubblica illuminazione. Fa presente che anche le precedenti amministrazioni si sono attivate per partecipare ai bandi europei. Sul personale e sui dirigenti ravvisa degli errori dell’A.C. Un solo dirigente tecnico per 4 settori di grossa portata è veramente poco. Per la stabilizzazione dei precari nulla di eccezionale poiché lo stanno facendo anche gli altri Comuni. Evidenzia a suo dire che nulla è stato fatto per la sicurezza pubblica, per i meno abbienti, per migliorare l’approvvigionamento idrico, per la viabilità e per lo sviluppo dell’area artigianale. Sul turismo e sull’estate marsalese nulla di concreto è stato fatto. La città giudicherà.

Il consigliere Giovanni Sinacori concorda con l’Amministrazione sulle progettualità europee e sul problema della sburocratizzazione. Parla della programmazione europea sui fondi strutturali e ravvisa che non tutti fondi europei disponibili si sono potuti spendere per mancanza del personale della Regione. Quanto accaduto quest’anno sul Piano triennale delle opere pubbliche non deve più accadere. Si complimenta con l’A.C..  visto che è stato ridotto di ben 5 milioni il disavanzo finanziario. Fa un pubblico elogio al dottor Fazio per avere redatto il bando sull’aeroporto e all’A.C. per avere aumentato la platea dei contribuenti. Chiede se sono previsti interventi su viabilità, trasporti, pubblica illuminazione, impiantistica sportiva, trasporti pubblici. Precisa che il bando per l’affidamento del Palasport doveva essere ritirato e che la maggiore formazione di volley non può giocare nella propria palestra.

La problematica agricoltura non è stata trattata per come doveva. Per il turismo si sarebbe potuto e dovuto fare di più. Parla del servizio di Raccolta differenziata che andrebbe meglio articolato. Giudica il bilancio migliore di quelli degli anni precedenti.

Il Sindaco Di Girolamo precisa che la tegola dei tre milioni del debito fuori bilancio sull’area artigianale e quello sullo scorrimento veloce   hanno impedito di intervenire più massicciamente sul quotidiano. Per la dirigenza dei settori tecnici si attende l’approvazione del bilancio per dotarsi di uno o due dirigenti tecnici in più. Precisa che è migliorato l’approvvigionamento idrico per le abitazioni. Precisa che i collegamenti con la periferia a mezzo autobus sono più efficienti. Preannuncia l’arrivo di nuovi autobus che consentiranno una vera e propria rivoluzione del trasporto. Sulla sicurezza fa presente che l’organico di polizia municipali è al 50%. Auspica che nel 2019 il bilancio possa essere approvato entro marzo e che non vi siano debiti fuori bilancio che lo impoveriscano. La città – a suo dire – è cresciuta e migliorata. E’ stata messa in sicurezza la via Salemi. Invita tutti quanti non lo hanno fatto ad allacciarsi con la rete idrica e con quella fognaria.

La consigliera Linda Licari fa la cronistoria del bilancio comunale e precisa che l’A.C. sta lavorando per rendere migliore la Città.  Il bilancio armonizzato ha reso più difficile la gestione amministrativa. Fa un plauso all’A.C. per l’arrivo ormai prossimo di tanti autobus di nuova generazione. Le scelte a breve scadenza portano consensi, più rischiose invece sono quelle a medio e lungo temine che rischiano di essere impopolari. Lei dichiara comunque di essere per la programmazione seria.  Parla dei boicottaggi in danno della rete Pubblica Illuminazione. Loda l’azione di spending review e quella di recupero di tasse non pagate. Chiede più controlli sullo smaltimento dei rifiuti e che venga sanzionato chi non rispetta le regole. Auspica un’azione più incisiva sulle strutture sportive.

Il consigliere Aldo Rodriquez parla delle conseguenze che il Comune avrebbe qualosa la regione non dovesse soddisfare l’impegno assunto per i bandi sull’aeroporto di Birgi e chiede al Sindaco se ha programmato una soluzione alternativa. Parla di spazi finanziari coperti dall’attuale governo che non va criticato. Chiede di avere specificato le risultanze sugli incontri avuti per la situazione ferrovie. Sul versante idrico chiede il recupero dell’acqua che va dispersa sullo scorrimento veloce.

Il consigliere Michele Gandolfo precisa che ascoltando il Sindaco gli è sembrato di ascoltare un discorso programmatico e non un bilancio di tre anni e mezzo di attività. Parla di proroga eccessiva dell’appalto di raccolta dei rifiuti solidi urbani  e di scomparsa delle isole ecologiche. Lamenta il mancato completamento di diversi impianti sportivi (erba sintetica allo Stadio, impianti fotovoltaici, ecc.). Sottolinea che sono stati disattesi diversi argomenti di primaria importanza (messa in sicurezza di edifici scolastici, più posti letto in ospedale, inclusione sociale, completamento di lavori pubblici con mancato completamento del Palazzo di Giustizia, dismissione di beni comunali, mancata introduzione del bilancio partecipato). Critica la mancata programmazione delle risorse umane e fa presente il degrado di diverse aree. Il Sindaco delle sue dichiarazioni programmatiche non ha realizzato quasi nulla.

Il Sindaco Alberto Di Girolamo fa presente che l’A.C. si è presa la grande responsabilità del bando per l’aeroporto nell’interesse comune.  Se Marsala non lo avesse fatto per adesso non vi sarebbe nessun bando con gravi ripercussioni per il territorio. Sul nuovo Tribunale i lavori vanno avanti e si augura che entro due messi si possano trasferire gli uffici giudiziari nella nuova sede. Sulle Ferrovie chiarisce che la novità sta nel fatto che le stesse si faranno carico della progettazione di passi e sottopassi che consentiranno di abolire diversi passaggi a livello. Sui rifiuti precisa che non ci sarà una nuova proroga e preannuncia che dal 1° dicembre si cambierà metodo di raccolta, più incisivo ed efficiente. Fa presente che Marsala è l’unico dei comuni medio-grandi della Sicilia che fa un 55% di differenziata. Sull’acqua dello scorrimento veloce fa presente che non può essere convogliata sulla rete idrica per problemi di potabilità. Sui debiti fuori bilancio purtroppo l’A.C. li ha subiti e sono molto pesanti nella gestione delle casse del Comune. Sugli Asili nido precisa che presto verrà ultimato quello di contrada Sant’Anna. E con Agenda Urbana se ne potrebbe realizzare un altro sul versante nord. Per programmare occorre tempo. Sulla pubblica illuminazione comunica al Consiglio che i tecnici hanno trovato due tre zone in cui sono stati tranciati i cavi elettrici.

Il consigliere Aldo Rodriquez precisa che il suo intervento sull’aeroporto voleva essere costruttivo e mirato a sapere come intende comportarsi nel caso in cui la Regione non onorasse gli impegni presi.

Il consigliere Michele Gandolfo precisa che il Sindaco ha risposto solo ad una parte dei suoi quesiti e che alcune strutture e servizi non sono efficienti.

Il consigliere Daniele Nuccio parla dei finanziamenti intercettati dal Comune che – secondo lui – rappresentano la normalità. Chiede notizie sul PRG , sul piano di razionalizzazione dei carburanti, ecc. Parla di alcune strutture che andrebbero recuperate quali la sede del vecchio ospedale, Bastione di Porticella. Parla di Salinella e del recupero dell’aera. Sulla riserva dello Stagnone fa presente che vi è un problema di gestione con l’ex Provincia che è in dissesto finanziario e chiede che il Comune ha l’obiettivo di acquisirla a se.  Punta l’attenzione sulla stagione teatrale e sul marchio Doc. Conclude parlando della questione morale. E solleva il problema che i dirigenti che sono andati in pensione, malgrado non siano passati tre anni, hanno assunto incarichi violando l’art. 28 del piano anticorruzione.

Il Sindaco Alberto Di Girolamo precisa che ha sempre lavorato nella massima legalità e trasparenza. Sui Capannoni Nervi precisa che un anno fa si è andati a firmare la convenzione di concessione che è stata bloccata dalla ex provincia che si è messa in mezzo. Dichiara la disponibilità ad acquisire sia i Capannoni Nervi che l’Area militare di via Dante Alighieri. Sullo Stagnone precisa che ci si lavora da anni e si sta lavorando affinché con la Pescicoltura non intensiva si possa rivalutarne il patrimonio ittico e non solo. Parla della pista ciclabile e di altre iniziative che purtroppo non hanno preso il via per ritardi della Regione. Occorre programmare il futuro. Bisogna fare i conti con la realtà che è ben diversa da alcuni anni fa (11 dirigenti, 10 milioni per investimenti). Difende la scelta di allargare i marciapiedi in via Giovanni Amendola.

Il consigliere Daniele Nuccio lamenta che i giovani in Città non ci stanno più e che non si è riuscito a istituire la Consulta dei Giovani. Chiede di avere risposte ben precise.

Il Presidente Sturiano fa presente che la discussione sull’acquisizione di grandi beni andrebbe valutata e concordata con il Consiglio comunale.

I lavori vengono sospesi alle ore 14,00.

Questo in sintesi il resoconto della seduta di stamattina fermo restando che la visione degli interventi completi è visibile e ascoltabile sui siti:

 

L’Ufficio Stampa del Comune di Marsala

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.