Marsala, il sindaco non ha mantenuto le promesse elettorali

Il sindaco non ha mantenuto gli impegni elettorali sul fronte della manutenzione ordinaria e promozione dei Beni Culturali della Città. La denuncia è del consigliere comunale Arturo Galfano che ha indirizzato all’attenzione del primo cittadino di Marsala una specifica interrogazione che lo richiama sulle incompiute nell’ambito della valorizzazione dei beni culturali della città. In particolare Galfano si riferisce alle fortificazioni di Lilibeo punico-romana di Piazza Matteotti (Porta Mazara) ed  ai mosaici che si trovano nei vani laterali del Teatro Impero.

Se vogliamo essere pignoli vi sono tante altre incompiute sul piano della valorizzazione delle testimonianze archeologiche, storiche e culturali di Marsala a cominciare dall’installazione della vecchia porticella, rinvenuta a Mazara e mai ricollocata nella sua naturale allocazione; l’area di Piazza della Vittoria, alias Porta Nuova, un tempo “il salotto buono” della Città che oggi versa in condizioni pietose; il vecchio Viale di Porta Nuova da tempo invalicabile per l’assenza di un custode che provvedesse ad aprire e chiudere i due cancelli posti dalla gestione museale dell’intera area; le fontane della città che alternano momenti di “siccità” con altri di acqua stagnante spora e maleodorante; l’orto botanico di Porta Nuova, alias la “Villa Comunale” che urge di interventi manutentivi e di riqualificazione; il Monumento ai Mille e l’area circostante che viene pulita e resa “accogliente” solo una volta l’hanno, nei giorni precedenti le celebrazioni garibaldine.

E tante altre “incompiute”, figlie di un “totale” disinteresse della Pubblica Amministrazione che non riesce a far esprimere al massimo le potenzialità turistiche innate di questa Città. E’ vero che: il porto sta cadendo pietra su pietra, l’Aerporto si avvia alla chiusura, la rete ferroviaria e quella viaria è quella dell’inizio scolo scorso vecchia ed insufficiente al fabbisogno della città…. ma se anche i beni culturali ed ambientali che da sempre sono una attrattiva per la città finiscono tra le ortiche cosa abbiamo più da offrire a quei pochi turisti che si spingono fino a Marsala.

 

INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE GALFANO 

“Egregio signor Sindaco,

rileggendo il Suo programma elettorale la mia attenzione è ricaduta su quanto da Lei promesso a pagina n.13 nella parte relativa a “Marsala museo aperto”, nella quale si impegnava a riqualificare gli spazi urbani limitrofi ai siti archeologici, tra questi, Piazza Matteotti (Porta Mazara) dove insistono le fortificazioni di Lilibeo punico-romana.

Inoltre alla pagina n.10 il programma  recita <<la nostra Amministrazione valorizzerà i mosaici che si trovano nei vani laterali del Teatro Impero e realizzerà un percorso di visita dal giardino all’area archeologica come concordato con il museo>>.

Relativamente agli stessi mosaici il 28 luglio del 2015 venne stipulato l’atto di concessione, in comodato, del Teatro Impero e, all’articolo 5 della convenzione, era stabilito che <<il Comune concessionario, si obbligava a custodire, vigilare, mantenere e valorizzare tali mosaici, nonché a consentire la libera fruizione con l’effettuazione di alcune opere da portare a termine entro i successivi due anni>>.

Signor Sindaco, nulla di quanto da Lei promesso nel Suo programma e quanto sancito dalla sopracitata convenzione è stato realizzato.  Le fortificazioni di “Porta Mazara” sono indecenti per la copertura in vetro sempre talmente sporca da occultare i monumenti sottostanti; i mosaici del Teatro Impero ancora peggio ( tantissimi ne ignorano l’esistenza). In altre città opere del genere sarebbero al centro di percorsi turistici culturali. Ebbene, considerato che nell’ultimo Piano Triennale OO.PP. (non condiviso con i Consiglieri che hanno contribuito alla Sua elezione) non vi è traccia di interventi che riguardano quanto finora evidenziato, il sottoscritto le preannuncia che, nel rispetto degli impegni da LEI presi, provvederà a formulare degli emendamenti al Piano Triennale per stanziare le somme necessarie alla manutenzione e fruizione di questi siti culturali che tutti ci invidiano e che noi non riusciamo a valorizzare.

Vice Presidente del Consiglio Comunale
Arturo Galfano”

Leave a Reply

Your email address will not be published.