Marsala, due poliziotti feriti nel corso di un blitz

AGGIORNAMENTO DELLE ORE 14

Il Commissariato di P.S. di MARSALA ha reso nota l’identità del giovane che non fermandosi all’alt polizia ha travolto due agenti di polizia in servizio ed una ragazza che trovava a passare casualmente per via Fici, nel cuore del centro storico di Marsala.

Ieri sera, personale dell’Ufficio Controllo del Territorio del Commissariato di P.S., ha proceduto all’arresto nella flagranza del reato di lesioni a Pubblico Ufficiale e resistenza a Pubblico ufficiale il marsalese Pasquale Alessandro Teri, il quale è stato, inoltre, denunciato in stato di libertà per il reato di porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere: una sorta di manganello realizzato artigianalmente.

La Polizia, mentre stava operando un controllo identificativo ad alcuni giovani che stazionavano nei pressi della Via Fici, sopraggiungeva a velocità sostenuta il Teri alla guida di un grosso scooter. Il personale della Squadra Volante decideva, pertanto, di intimare l’ALT POLIZIA al Teri che, incurante dell’ordine impartitogli, accelerava repentinamente in direzione degli Operatori, investendoli violentemente.

Cionondimeno, i poliziotti riuscivano a bloccare i due giovani che rovinavano fisicamente a terra, mentre lo scooter terminava la sua corsa contro una ragazza che proprio in quel momento si trovava a transitare in quel luogo. La stessa riportava lievi lesioni guaribili in giorni 3.

Il Teri veniva, quindi, sottoposto a perquisizione personale, estesa anche al motociclo da lui condotto. Nell’occorso, all’interno del porta casco sotto la sella, personale operante rinveniva e sequestrava un grosso tubo di polietilene di colore nero con al suo interno un’anima di piombo della lunghezza totale di circa 54 centimetri.

Dopo la redazione degli ýla propria abitazione a disposizione dell’A.G.EMnb6ntrambi i poliziotti coinvolti nell’incidente, invece, riportavano lesioni con prognosi di giorni dieci.

Il grave fatto di cronaca si è verificato nell’ambito dei servizi disposti dal Commissariato di P.S. di Marsala. Durante il fine settimana appena trascorso, la Polizia ha realizzato mirati servizi di controllo del territorio volti alla prevenzione e alla repressione del crimine diffuso.

Il dispositivo di sicurezza ha interessato principalmente la zona del centro storico, comprendente gli assi cittadini di Via Garibaldi, Porta Mazara, Porta Nuova, via XI Maggio, via Roma e P.zza della Repubblica,  in cui maggiore è la concentrazione di esercizi commerciali e locali pubblici che, specialmente durante i weekend, costituiscono polo di attrazione e aggregazione per numerosi giovani.

Sono stati impiegati, a tal fine, sia equipaggi della Squadra Volante, sia pattuglie in borghese, che hanno proceduto nelle ore serali e nelle notti comprese tra venerdì sabato e domenica, all’identificazione di numerosi ragazzi, italiani e stranieri.

 

STESURA DELLE ORE 10:30

Guariranno in 10 giorni, salvo complicazioni, i due agenti travolti ieri da uno scooter lanciato in velocità forse nell’insano tentativo di sfuggire ai controlli. E’ accaduto in pieno centro storico e precisamente in via Fici, stradina particolarmente frequentata dai giovani per la presenza di un locale pubblico. I due agenti, impegnati in un apposito servizio di controllo per prevenire, contrastare e reprimere i fenomeni delinquenziali, avrebbero intimato alt ad un giovane alla guida di uno scooter, ma al posto di fermarsi avrebbe investito i due agenti, nel tentativo di sottrarsi ai controlli.

Le notizie sul grave fatto di cronaca verificatosi ieri a Marsala sono ancora frammentarie, il primo Dirigente del locale Commissariato di Polizia, che abbiamo sentito telefonicamente, ci ha rassicurato sulle condizioni degli agenti investiti e ci ha preannunciato a breve un dettagliato comunicato stampa sulla vicenda. Il giovane che si è reso protagonista dell’insano gesto è stato comunque arrestato e deve rispondere di una sfilza di reati.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.