Favignana, protestano gli agenti penitenziari

Favignana, protestano gli agenti penitenziariCarenza di personale, mancanza di equità nei turni e nei posti di servizio, condizioni fatiscenti della caserma che ospita gli agenti per il pernottamento, mancanza di comunicazione tra l’amministrazione penitenziaria ed il personale.

Sono questi alcuni dei motivi che hanno spinto il sindacato autonomo di polizia penitenziaria ad indire una manifestazione di protesta sull’isola che porterà, da oggi, gli agenti ad astenersi dal consumare i pasti alla mensa. Scaduti 15 giorni dalla data di inizio della protesta- si legge in una nota diramata dal sindacato- se l’amministrazione dovesse rivelarsi sorda alle nostre rimostranze e non saranno presi dei provvedimenti che possano in qualche modo migliorare le condizioni lavorative e di soggiorno del personale, valuteremo altre forme di protesta eclatanti a tutela del personale, valutando anche l’ipotesi di chiedere la chiusura della Casa di Reclusione di Favignana in quanto “esperimento architettonico – carcerario MAL RIUSCITO e spacciato come avveniristico”.

Per il sindacato-prosegue la nota- non ha più senso tenere in vita un carcere che ospita pochissimi detenuti a fronte di alti costi di gestione ed una serie di problematiche logistiche e di personale.

FONTE: TELESUD3

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.