Aeroporto Trapani Birgi, non si prospetta nulla di buono

Ancora nubi nere e minacciose si addensano sopra il futuro dell’Aeroporto Trapani Birgi. Quando sembrava che la tempesta fosse passata alcune dichiarazioni del Presidente della Regione Nello Musumeci all’ex Presidente dell’Aigest Salvatore Ombra hanno mostrato il lato oscuro della politica regionale, quello delle promesse da mercante.

Musumeci ha riferito ad Ombra: “sotto la Presidenza Musumeci non ci saranno finanziamenti a supporto degli aeroporti ma che siano i privati ad investire negli aeroporti questo valga per Trapani che per Comiso”. Una dichiarazione lapidare che ha rimesso in discussione il rilancio dell’Aeroporto trapanese. Altro che 17 milioni di euro, pronti per risanare Airgest e per finanziare il mega appalto che avrebbe dovuto far ritornare Ryanair a volare dal Vincenzo Florio.

Le preoccupazioni di Salvatore Ombra, raccolte da questa testata giornalistica oggi trovano conferma in un comunicato stampa dell’ultima ora del Comune Marsala.

Ecco cosa riporta l’ufficio stampa in merito all’incerto futuro del Trapani Birgi: “Il Sindaco Alberto Di Girolamo: grande preoccupazione dopo le dichiarazioni del Presidente della Regione Nello Musumeci

Incontro domani mattina per parlare delle sorti dell’ aeroporto di Birgi. Una riunione voluta dal sindaco di Marsala, Alberto Di Girolamo e da quelli che aderiscono all’accordo di co-marketing, aperta anche a tutti gli altri primi cittadini della provincia. I sindaci si incontreranno nei locali della stazione aeroportuale con il presidente della Airgest, Paolo Angius. L’incontro è stato indetto anche alla luce delle recenti dichiarazioni del Presidente della Regione, onorevole Nello Musumeci che ha fatto capire che la stessa Regione non stanziera’ fondi per lo sviluppo degli aeroporti minori e in particolare per Birgi e Comiso.
“C’è viva preoccupazione per le sorti del nostro aeroporto – sottolinea il Sindaco Di Girolamo. Le notizie che giungono dalla Regione e in particolare dal massimo esponente non sono tranquillizzanti. Domani incontreremo il Presidente Angius è stabiliremo come agire. È evidente che ci hanno fatto perdere tanto tempo e che sono passati diversi mesi da quando si è discusso dell’aereoporto nella quarta commissione di palazzo d’Orleans. L’aereoporto è fondamentale per lo sviluppo turistico e socio-economico della nostra provincia”.

Questo territorio, Marsala e l’hinterland provinciale, non ha fortuna. Il rilancio dell’Aeroporto è stato il cavallo di battaglia di tutti i Deputati eletti in questo versante, gli stessi che oggi reggono la giunta Musumeci o che sono all’opposizione. Non importa dove siedono o quale sia la loro ideologia é prioritario che facciano sentire forte la voce di questa terra. Senza aeroporto, e lo stiamo vivendo, non c’è futuro, non ci sono turisti. E’ fin troppo facile “girarsi dall’altra parte” e sostenere che l’aeroporto deve essere gestito dai privati. Ma con quali fondi se la provincia di Trapani negli ultimi 10 anni è fra le più povere d’Italia. Piaccia o non piaccia dal dopo Cuffaro l’asse d’interesse prioritario si è spostato vergognosamente sulla Sicilia Orientale che, giustamente, continua a crescere a differenza del resto dell’isola che é in ginocchio. I Deputati eletti in questa Sicilia di terza serie dove sono? Cosa fanno?

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.